XLVII GIORNATA MONDIALE DELLA PACE ‘Riscoprire la Fraternità’

fonte: Rivista San Francesco Patrono d’Italia
Redistribuire le ricchezze, fermare la tratta e la mercificazione di esseri umani, combattere la corruzione e le mafie che “offendono gravemente Dio”, favorire il disarmo a tutti i livelli. Questi alcuni dei temi toccati da papa Francesco nel messaggio per la Giornata mondiale della pace, che si celebra il primo gennaio, e nel discorso tenuto a 17 nuovi ambasciatori presso la Santa Sede.
La situazione economica. Il Pontefice ravvisa “la necessità di politiche che servano ad attenuare una eccessiva sperequazione del reddito” e auspica “politiche efficaci” per assicurare “l’accesso ai ‘capitali’, ai servizi, alle risorse educative, sanitarie, tecnologiche”. “Se da un lato si riscontra una riduzione della povertà assoluta – scrive – dall’altro lato non possiamo non riconoscere una grave crescita della povertà relativa, cioè di diseguaglianze tra persone e gruppi che convivono in una determinata regione o in un determinato contesto storico-culturale”. Nel messaggio, sul tema “Fraternità, fondamento e via per la pace”, Bergoglio cita la “Caritas in veritate” di Benedetto XVI per ricordare come “la mancanza di fraternità tra i popoli e gli uomini sia una causa importante della povertà”. E per “promuovere la fraternità”, e così “sconfiggere la povertà”, secondo papa Francesco c’è un modo “che dev’essere alla base di tutti gli altri”: “è il distacco di chi sceglie di vivere stili di vita sobri ed essenziali, di chi, condividendo le proprie ricchezze, riesce così a sperimentare la comunione fraterna con gli altri”.
“Il succedersi delle crisi economiche – prosegue il Pontefice – deve portare agli opportuni ripensamenti dei modelli di sviluppo economico e a un cambiamento negli stili di vita”. E ancora: “La crisi odierna, pur con il suo grave retaggio per la vita delle persone, può essere anche un’occasione propizia per recuperare le virtù della prudenza, della temperanza, della giustizia e della fortezza”. Bergoglio non manca di sottolineare che… continua a leggere

Share
Questa voce è stata pubblicata in Chiesa, cittadinanza, crisi, crisi economica, Pace e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *