Tutti (nemici) sul carro di Matteo – La carica degli “anti-renziani devoti”

renzifonte: LA STAMPA
D’Alema lo avvisa: “Il partito ti osteggia”. Il sindaco: ride bene chi ride ultimo
di JACOPO IACOBONI
Dice: tutti salgono sul carro di Renzi; e in apparenza è vero. Lui non li ha chiamati, anzi («sul carro non si sale, il carro si spinge»), è spettatore di questa comédie humaine. Nel miglior discorso della Leopolda Alessandro Baricco lo avvisò: «Matteo stia attento, sono tutti abbastanza renziani perché hanno capito che questo un po’ li terrà vivi, ma nella testa la distanza dal cambiamento è sempre quella. Le pile sono scariche».
Davanti allo scrittore torinese passeggiavano Dario Franceschini assediato (ancora?) dalle telecamere, si scorgeva l’antico teorico del proporzionale Stefano Passigli, il dalemiano Latorre dava suggerimenti in sala (curiosamente, s’era collocato davanti a una porta con su la scritta: «Apparati»). Il giorno prima avevano fatto capolino Piero Fassino e anche – cosa mai vista alla Leopolda – il segretario del Pd, Guglielmo Epifani, che aveva voluto dare… continua a leggere

Share
Questa voce è stata pubblicata in Elezioni 2013, PD e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *