Tram, opere pubbliche e… il Pd Orlando presenta il suo 2014

leoluca1fonte: LiveSicilia
Conferenza programmatica per il sindaco di Palermo e la sua giunta. Il Professore ha fatto il punto sugli ultimi provvedimenti del 2013 e sulle prospettive dell’anno che verrà. Linea dura contro i dirigenti che faranno ostruzionismo sulla nuova organizzazione degli uffici. E su una sua possibile adesione al Pd dice che…
PALERMO – “Per Palermo il 2014 sarà l’anno di uscita dal tunnel. Magari da celebrare con una passeggiata sulla prima linea del tram”. È questo l’auspicio con il quale il sindaco Leoluca Orlando ha introdotto, a Palazzo delle Aquile, la sua relazione sulle ultime delibere di giunta del 2013 e sulle prospettive per il nuovo anno. Al suo fianco, eccezion fatta per l’assessore Giusto Catania assente per motivi personali, c’era l’intero esecutivo, a testimonianza della volontà di proseguire uniti lungo il percorso istituzionale e politico intrapreso quasi due anni fa. Se poi questo debba portare a confluire nel Pd di Matteo Renzi non è ancora certo. Sull’argomento il Professore glissa: “Chiedo al Pd se vuole costruire un partito autoreferenziale o un campo largo aperto anche ai non iscritti. Potrebbe esserci una mia formale adesione al Pd? Vedremo. Gli esami non finiscono mai, anche per il Pd. Io aspetto”. Intanto, però, la maggioranza degli orlandiani in consiglio comunale si è parecchio ristretta, specie dopo l’ultima defezione di Serena Bonvissuto transitata proprio tra le fila dei democrat. “La maggioranza? Ce n’è una di 43, 44 consiglieri che ha grande senso di responsabilità. In quale altra grande città si è approvato il bilancio in una seduta e mezza?”.
Liquidate le questioni politiche, il primo cittadino ha passato in rassegna in rapida sequenza gli ultimi provvedimenti della sua amministrazione per poi affrontare di petto le polemiche sulla riorganizzazione amministrativa che ha portato, tra le altre cose, all’abolizione dell’ufficio Centro Storico: “L’assessore Giuffrè si occuperà della mobilità, l’assessore Bazzi dei lavori pubblici – spiega Orlando –. Non dimenticate che io stesso creai quell’ufficio anni fa ma adesso… continua a leggere

Share
Questa voce è stata pubblicata in Leoluca Orlando, Partito Democratico, PD e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *