DELLA SENTENZA SU BERLUSCONI NON MI INTERESSA NULLA

Francesco de Notarisdi Francesco de Notaris
Rischiamo di cadere in una trappola. Noi de ‘la Rete’ non possiamo cadere nella rete.
E si parla di giustizialismo e garantismo in modo improprio.
E Orfini rilascia interviste, come tanti fanno.
La valutazione sul comportamento, sulle azioni, sulle parole, sulle iniziative di un uomo politico vanno valutate alla luce della Costituzione e si esige che, se uomo di governo, sappia governare.
E’ un caso che Berlusconi sia giudicato per ipotesi di reato e poi è un caso che possa essere assolto o condannato. Per il nostro è una costante. Ma interessa poco, paradossalmente.
A me interessa che il politico sia fedele alla Costituzione, e questo signore non è mai stato ossequioso della Costituzione e ha lavorato per modificarla in funzione dei suoi interessi.
Inoltre ha mal governato. e lo sappiamo tutti. Ha distorto , ha corrotto ogni ambito , ogni segmento del nostro vivere, a cominciare dallo sport, allo spettacolo, per finire all’economia, ai criteri di valore.
L’articolo 54 della Costituzione è stato costantemente violato dal personaggio evasore fiscale acclarato e quindi negatore dell’interesse pubblico, del bene dello Stato.
In questo processo ultimo è stato assolto il signore di Arcore, intimo di Previti e di Dell’Utri, di Mangano ed antico estimatore e beneficato da Craxi.
Il giudice Tranfa ha detto che il fatto, il fatto c’è e per la legge innovata in favore del Berlusconi, quel fatto non sussiste o non costituisce reato.
Dunque il fatto c’è stato.
E vi sembra dignitoso e affidabile un personaggio con queste frequentazioni, organizzatore ed ideatore di iniziative miserabili? E quindi che, nella fattispecie, sia stato assolto a me non interessa.
Non sapeva quanti anni aveva Ruby.
Sapeva però chi era Ruby e quali attività svolgeva al tempo.
Il buon padre di famiglia non affida…la figliola alla Minetti per salvarla…
E Berlusconi ha telefonato al poliziotto e ha interessato la Minetti.
Questione morale? Si. E’ questione morale non esercitare, non adempiere con disciplina ed onore le funzioni pubbliche da adempiere prestando giuramento.
E abbiamo dimenticato noi de ‘la Rete’ il piduista iscritto ed esecutore di incarichi di…responsabilità indicate da Gelli? Il personaggio è tuttora impegnato nel progetto della modifica istituzionale per superare la Repubblica parlamentare e puntare ad una forma di presidenzialismo…senza Parlamento eletto.
Lasciamo ai legulei i commenti alle sentenze.
Noi già sapevamo in quale baratro ci avrebbe portato Berlusconi e la sua compagnia, la sua scuderia governata da Mangano, stalliere di Arcore. Ed il giudizio politico negativo è dato.
Ad abundantiam ricordiamo anche che è comunque un condannato con sentenza definitiva.
Oggi, anniversario dell’uccisione di Borsellino, andiamo a vedere l’intervista che il magistrato rilasciò in video e che la Rai trasmise di notte…, diventata cult per pochi…
Ricordiamo lo scoramento di Antonino Caponnetto.
Ripeto, noi sapevamo chi era Berlusconi fin dagli anni ’90 del secolo scorso ed oggi confermiamo quel giudizio e ci affidiamo anche alla…inesorabilità del tempo, del tempo in cui speriamo. Il tempo farà giustizia e ci libererà.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Francesco de Notaris, futuro, Giustizia, La Rete, Riforme e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a DELLA SENTENZA SU BERLUSCONI NON MI INTERESSA NULLA

  1. Antonio scrive:

    Finalmente qualcuno ci ricorda come stanno le cose. Bene!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *