“Ri-pubblicizzazione” dell’acqua

Leoluca Orlandodi Leoluca Orlando (Sindaco di Palermo)

Si avvia formalmente il processo di “ri-pubblicizzazione” dell’acqua, mettendo in moto il procedimento di trasformazione dell’AMAP, l’attuale azienda di diritto privato che gestisce il servizio idrico, in un’azienda speciale di diritto pubblico, improntata a criteri di economicità, efficienza e trasparenza.
Quello che compiamo oggi è un passo importante per sancire due principi cardine dell’azione amministrativa della nostra Giunta:
– il primo è che il volere dei cittadini espresso con il referendum del 2011 è volere sovrano e va rispettato a tutti i livelli istituzionali;
– il secondo è quello intrinseco nell’atto che oggi abbiamo approvato e cioè che l’acqua va riconosciuta, valorizzata e tutelata come bene comune e l’accesso all’acqua va garantito come diritto fondamentale non sottoposto alle leggi del mercato.
In questo senso avevo assunto un impegno preciso con gli elettori; impegno che oggi si avvia a compimento col confronto che avremo in Consiglio Comunale.

Share
Questa voce è stata pubblicata in acqua, referendum, Sicilia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a “Ri-pubblicizzazione” dell’acqua

  1. Gianni PERA scrive:

    Sono molto contento, la rete dei sindaci vicini ai veri interessi dei cittadini deve lavorare all’unisono sui grandi temi del nostro Paese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *