A proposito del fallimento dei sindaci arancione

http://www.aldogiannuli.it/
di Aldo Giannuli
Cari amici, devo dire che, leggere la maggior parte dei commenti al mio pezzo precedente, mi ha molto divertito, per l’assoluta prevedibilità di essi e per le esilaranti arrampicate sugli specchi insaponati. Un blocco possiamo definirlo “complottista”: “anche la Annunziata dice le stesse cose, anche il Giornale, anche Renzi, anche Grillo” “ e potete aggiungerci da ieri anche il “fatto” ed il “Foglio” . Cioè l’universo mondo, salvo i diretti interessati e famigli. Non vi dà nessun sospetto? Questo modo di ragionare mi ricorda quello del Pci degli anni cinquanta per il quale la colpa di tutto era sempre delle FODRIA (Forze Oscure Della Reazione In Agguato). Oppure, altri che dicono “C’è qualcosa sotto, c’è uno scopo anche in questo articolo”. Certo che c’è uno scopo: se uno scrive un articolo non lo fa perché non sa come ammazzare il tempo. Per quello che mi riguarda, lo scopo era prendere atto del fallimento di un’ipotesi politica e cercarne i motivi in vista di futuri esperimenti. Poi liberi di sognare complotti se questo vi mette di buon umore.
Poi ci sono i “giustificazionisti a oltranza” Quelli del: “ma come possiamo pretendere che in tre anni si metta a posto un disastro prodotto in trenta?” “Non ci sono i soldi” (scusa eterna e sempre buona), “Ma quelli che hanno promesso il cambiamento forse non sapevano quale fosse la situazione di cassa” (Malissimo: non si erano informati e sono dei superficiali e dei demagoghi da due soldi). Ancora: “Quanto agli “eterni cantieri” uno dei pochi pregi dell’amministrazione Pisapia è proprio che lentamente li sta facendo sbloccare”
Lentamente? Malissimmo, non deve farlo lentamente ma applicare tempestivamente la legge ed usare i poteri che ha: i cantieri hanno autorizzazioni comunali che… continua a leggere

Share
Questa voce è stata pubblicata in democrazia, Leoluca Orlando e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *