Palermo, un gesto simbolico per rinnovare la sua storia

leoluca orlando sindaco di palermoFonte: FamigliaCristiana.it
di Pietro Scaglione
La città di Palermo, millenario crogiolo di etnie e culture differenti, si pone all’avanguardia nell’integrazione degli immigrati e nella lotta contro il razzismo. Un confortante segnale nella direzione dello ius soli è rappresentato, infatti, dal conferimento della cittadinanza onoraria a 89 bambini e giovani stranieri nati nel capoluogo siciliano. Nello stesso tempo, il Consiglio Comunale di Palermo approva l’istituzione di una innovativa “Consulta delle culture” per affermare il diritto alla partecipazione degli immigrati. Gli 89 bambini e ragazzi – divenuti cittadini onorari di Palermo dopo una grande festa multietnica – provengono dall’Africa, dall’Asia e dal Sudamerica. Nati nel capoluogo siciliano da genitori stranieri, frequentano regolarmente le scuole di ogni ordine e grado. Nei Cantieri Culturali della Zisa, sede della cerimonia ufficiale, l’atmosfera è gioiosa ma non mancano le lacrime di alcuni genitori, residenti a Palermo da tanti anni e orgogliosi di vedere i propri figli divenire cittadini onorari. I più piccoli scorazzano da una parte all’altra dei Cantieri, i più grandi dichiarano ad alta voce il loro orgoglio di essere palermitani. D’altronde, alcuni parlano persino con l’accento dialettale locale e tifano per la squadra del Palermo (purtroppo retrocessa in serie B). L’iniziativa della giunta comunale guidata da Leoluca Orlando si inserisce… continua a leggere

Share
Questa voce è stata pubblicata in Diritti, Leoluca Orlando e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *