Nel 2050 un abitante su quattro sarà africano

Flickr, ©Devesh Uba

Fonte: LINKIESTA
di Giampaolo Musumeci
Secondo le statistiche Onu, nel 2050 un abitante su 4 della terra sarà africano. Gli abitanti del Continente africano passeranno dai 5,9 miliardi del 2013 agli 8,2 miliardi entro il 2050.
La popolazione dell’Africa sub-sahariana è quella che crescerà al ritmo più sostenuto. Per la metà del secolo quadruplicherà, guidata dalla crescita della Nigeria che dovrebbe diventare il terzo paese più popoloso del mondo (al momento in testa vi sono Cina, India e Usa). L’Etiopia avrà 188 milioni di abitanti. Repubblica Democratica del Congo, Tanzania ed Egitto avranno in totale oltre 400 milioni di abitanti. Anche Niger e Uganda cresceranno, e di molto. Queste cifre si prestano a una serie di osservazioni. Che cosa comporta una crescita demografica di tale entità per l’Africa? Quali le conseguenze per il Continente e per il mondo intero?
Cinzia Buccianti demografa dell’Università di Siena (il suo blog) mette a fuoco alcuni punti.
«Ad un passo dal fotofinish dei Millennium development goals (2015) promossi dalle Nazioni unite nel 2000, è lecito interrogarsi sulle problematiche che potrebbe aprire l’esplosione demografica africana, considerando che la sola Africa Sub-Sahariana al 2012 segna un tasso di natalità pari al 40% contro un tasso di mortalità pari al 13%. Osservando nel dettaglio, si nota che… continua a leggere

Share
Questa voce è stata pubblicata in Africa e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *