MIGRANTI, SINDACO ORLANDO: GRILLO COSTRETTO A INSEGUIRE SALVINI, DIMENTICA CHE MOBILITA’ E’ DIRITTO INVIOLABILE

“Se si dimentica che i migranti sono persone e se vengono considerati tutti solo come un pericolo per la sicurezza, si fa la fine del Movimento 5 stelle, costretto a inseguire Salvini. Il Governo nazionale raccolga l’appello che viene da Papa Francesco e che trova nella generosa accoglienza dei siciliani e nella Carta di Palermo, che considera la mobilità internazionale un diritto umano inviolabile, prevedendo l’abolizione del permesso di soggiorno, una risposta alternativa in termini progettuali e nella quotidianità di comportamenti da parte della comunità palermitana e siciliana”. È quanto afferma il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, che aggiunge: “Il Governo nazionale rischia di fare la fine di Grillo e di apparire incerto e meno efficace ma, nei fatti, assimilato alla stessa perversione di valori di una consistente parte della destra italiana, alla quale si è sorprendentemente allineato il Movimento 5 stelle”. “Non possiamo accettare che continui un vero e proprio genocidio in corso nel Mediterraneo, del quale la storia chiamerà complici gli egoismi e le indifferenze dell’Unione europea – conclude Orlando – e di un’Italia troppo timida e incerta”.

Questa voce è stata pubblicata in Diritti, immigrazione, M5S, migranti. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *