Ma quale euro! Il declino italiano nasce negli anni ’70

fonte: LINKIESTA
Il 2013 è stato il settimo anno dall’inizio dalla crisi e “l’anno peggiore della storia dell’economia italiana dal secondo dopoguerra”, secondo il rapporto sul mercato del lavoro del Cnel. Tuttavia, forse abbiamo dimenticato che già nel 2007 l’Italia cresceva poco; l’idea che ciò di cui oggi soffriamo abbia origine nel 2007 è fuorviante e, come tale, rischia di generare soluzioni di politica economica errate. Quello che stiamo vivendo in Italia è un fenomeno che va ben oltre gli aspetti congiunturali della crisi iniziata nel 2007 e si inserisce in un trend strutturale di declino economico che parte già dalla fine degli anni ’70.
A testimonianza di questa tesi, è stato da poco pubblicato nella serie dei Research Paper del Ceis Tor Vergata un interessante saggio di Emanuele Felice e Giovanni Vecchi che a conclusione delle celebrazioni del 150° anniversario dell’unificazione italiana, basandosi sulla ricostruzione di nuove serie storiche del PIL, fornisce una visione di lungo periodo del processo di crescita economica italiano. La conclusione cui i due autori arrivano è che ci sono seri indizi per affermare che… continua a leggere

Share
Questa voce è stata pubblicata in crisi, crisi economica, Europa e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *