“Leoluca Orlando deve morire” Così ordinò Totò Riina

di Marcello Bigerna
Ricordo bene quel periodo in cui tutti noi de La Rete eravamo impegnati accanto a Luca. Era difficile e pericoloso. Tanti di noi erano sotto scorta, ricevevano costantemente minacce, intimidazioni ed insulti. Ma credevamo fortemente nella nostra Rivoluzione Gentile, andavamo avanti in silenzio, senza dare enfasi a quello che ci succedeva. Luca era sempre in prima fila mettendoci la faccia e il cuore. Spesso arrivava e si carica sulle spalle anche le nostre difficoltà,leoluca1 le nostre paure e si frapponeva fra noi e i poteri mafiosi che in ogni luogo d’Italia contrastavano la nostra Rivoluzione Gentile, che cercavano in ogni modo di intimorirci. Insieme a lui Antonino Caponnetto, capo del pool antimafia di Falcone e Borsellino, condivideva la nostra esperienza e le nostre battaglie. Chi ha vissuto l’esperienza de La Rete troverà in essa sempre un punto di riferimento e un valore di vita. A chi non la ha vissuta auguro di viverla anche in altre forme e in altri modi, ma di viverla …
Leoluca Orlando deve morire” Così ordinò Totò Riina (www.siciliainformazioni.com)

Share
Questa voce è stata pubblicata in La Rete, Leoluca Orlando, mafia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *