La RETE 2018 o 2023?

La Rete 2018Intervista a Leoluca Orlando
Amministrare una città difficile come Palermo e allo stesso tempo dedicarsi a creare nuovi movimenti. Non ha perso il suo spirito originario che la portò a contestare la Dc di Lima ed Andreotti?

Si chiama coerenza tra ciò che si dice e ciò che si fa e lo spirito originario significa non svendere i propri valori e il proprio progetto a nessuno, al miglior offerente. Tre anni fa abbiamo fondato La Rete 2018, un movimento politico che per statuto non ha un livello di rappresentanza istituzionale e il cui simbolo non troverete mai presente in una competizione elettorale. La Rete 2018 ha solo i livelli di lievito culturale e di sintesi politica. Un luogo dove ci si sente simili nel nostro non sentirci mai a posto, mai arrivati, mai in grado di capire sempre tutto. Nel nostro continuare a interrogarci, a guardarci dentro e a guardarci attorno, nel nostro andare ad abbattere un altro recinto senza limitarci a contemplare il recinto appena abbattuto. Ora come nel 1991. Figuratevi che tre anni fa abbiamo pensato al 2018 come orizzonte temporale de La Rete, ma il 7 8 9 giugno al dodicesimo incontro de La Retitudine il tema sarà 2018 o 2023?
Leggi tutta l’intervista da L’Indro

Share
Questa voce è stata pubblicata in La Rete 2018, Leoluca Orlando. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.