La RETE 2018, lievito culturale e sintesi politica

Dopo il risultato delle elezioni ancora più forte è la responsabilità de La RETE 2018 ed ancora più chiaro risulta come La RETE 2018, lievito culturale e sintesi politica, sia l’unica speranza.
Il chiaro messaggio che ci lasciano queste elezioni è quello che occorre andare oltre il recinto dei partiti ed anche per questo dobbiamo continuare ad impegnarci per il futuro, da noi da tempo indicato con la RETE 2018, perché si possa costruire una proposta politica che abbia come “partito” di riferimento l’Italia.
La nostra adesione a Rivoluzione Civile è stato il modo per dare la possibilità, ad ognuno, di decidere di impegnarsi nelle Istituzioni o di dare semplice testimonianza per le Istituzioni.
Per fare ciò abbiamo scelto, ma sempre in un rapporto di reciproca autonomia, l’unico soggetto che era dichiaratamente contrario alle politiche di Monti e Berlusconi.
Il progetto, però, era e sarà La RETE 2018 che deve continuare a costruire futuro, avendo si memoria del passato (e quindi anche di questa esperienza elettorale che spero serva ad abbattere recinti e non a costruirli), ma senza restare imprigionato nelle logiche dell’eterno presente dove una piccola sconfitta diventa la morte, una piccola vittoria il trionfo.
… Da qui, la scelta di dar vita a La Rete 2018 e vivere La Retitudine come un percorso di valori, comune e condiviso, in grado di dar voce e interpretare le istanze più vive della società civile. Esso si propone, soprattutto, due compiti:
1) lievito culturale: diffondere sistematicamente informazioni, idee e valori per promuovere la conoscenza e la discussione dei problemi del paese ,
ponendosi l’obiettivo di informare le coscienze e il senso comune al primato della ragione etica sulla ragione politica e alla universalità dei valori della
democrazia;
2) sintesi politica: unificare, attraverso specifiche campagne, iniziative e programmi, le istanze di rinnovamento che si affermano sui piani dei diritti,
della libertà, della laicità, della solidarietà, della giustizia, dell’informazione, dell’ambiente, dell’economia solidale e compatibile e della pace,
iniziando a progettare un programma di governo per il 2018: sì, 2018 e non 2011 o 2013. Pensare al 2018 è parabola del rifiuto di pensare alle prossime elezioni, è conferma della scelta di pensare alle prossime generazioni. Dati i presupposti della sua identità (gratuità dell’impegno politico, onestà, rifiuto delle logiche partitocratiche),
La Rete 2018 sceglie di non avere una propria rappresentanza istituzionale e, quindi, non si presenterà a competizioni elettorali, lasciando ad ognuno la decisione di impegnarsi nelle Istituzioni in un rapporto di reciproca autonomia. Raccoglie cittadini di diversa formazione e identità, disposti a percorrere insieme un percorso, comune, sulla base di rapporti di reciproca fiducia e condivisione e su un piano di assoluto rispetto per i tratti non
condivisi dalle proprie complessive identità culturali. L’atto di adesione a La Rete 2018 implica, con la condivisione – e senza alcuna formale sottoscrizione e senza alcuna tessera od orpello di tessera – di questo documento, l’assunzione sostanziale di un impegno personale e comporta il rifiuto di ogni logica o pratica correntizia. Possono bensì, condividere questo percorso comune iscritti e rappresentanti istituzionali di altri partiti, che si impegnino sulle scelte, sugli obiettivi e sui programmi de La Rete 2018 …
La nostra traversata nel deserto non si ferma e non riprende, ma continua perchè noi abbiamo deciso di costruire un progetto che nel suo”statuto/manifesto” non prevede la rappresentanza istituzionale
Di questo, di come attrezzarci per cambiare il mondo, del 2018 (nella consapevolezza che nel 2017 diventerà 2022), della traversata nel deserto, ascolteremo e parleremo il 22 23 e 24 marzo ad Acquasparta nell’incontro de la Retitudine11 …
Marcello Bigerna

Share
Questa voce è stata pubblicata in La Rete 2018 e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *