Il Congresso Pd e quell’Italia non rappresentata

fonte: Il Fatto Quotidiano
di PierGiorgio Gawronski
Oggi scade il termine per la presentazione delle candidature a Segretario Nazionale del Pd. Se non ci saranno sorprese, saranno 4 i candidati: Civati, Cuperlo, Renzi, e Pittella. I primi tre passeranno al secondo turno e saranno ammessi alle primarie dell’8 Dicembre. Per cosa si battono? Chi rappresentano?
Alle elezioni generali dello scorso Febbraio gli elettori – inclusi quelli del Pd – chiesero l’abbandono delle politiche di austerità e una profonda svolta della politica economica. Così funziona la democrazia: gli elettori non sono tecnocrati né economisti, ma capiscono benissimo quando le cose vanno male. Per esempio, gli americani nel 2008 capirono che la ricetta economica dei repubblicani non portava loro nulla di buono, ed elessero Obama; nel 2012 le cose andavano meglio, e riconfermarono Obama. La democrazia è un sistema rozzo per arrivare al buon governo?
Il Pd, come l’Spd in Germania, negli ultimi anni è stato in Italia il… continua a leggere

Share
Questa voce è stata pubblicata in centrosinistra, cittadinanza, Costituzione, PD e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *