Ecco. La speranza da un lato e l’antimafia di facciata dall’altro lato

Lettera di Leoluca Orlando all’Unità di oggi, 19 luglio 2015

Oggi in via D’Amelio per ricordare Paolo Borsellino, Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Cosina e Claudio Traina. Oggi in via D’Amelio, come pochi giorni fa con Rita e Salvatore Borsellino alla inaugurazione della “Casa di Paolo”, la vecchia farmacia di famiglia trasformata in centro per i giovani nel cuore del centro storico di Palermo. Oggi in via D’Amelio come ieri alla manifestazione organizzata dall’Associazione Nazionale dei Magistrati con Salvatore e Rita Borsellino con la presenza del Presidente Sergio Mattarella.
Oggi in via D’Amelio ed anche alla cerimonia che ricorda gli agenti della sua scorta e i tanti agenti polizia e uomini delle Forze dell’Ordine uccisi dalla mafia. Poi ancora oggi in via D’Amelio con i bambini dell’orchestra giovanile di Brancaccio che con la loro musica vogliono “colorare” quel luogo che è e rimarrà per sempre simbolo di dolore e violenza, come simbolo di riscatto e speranza. Oggi sarò presente come ieri non soltanto per dovere istituzionale, morale e personale di onorare la fascia tricolore che indosso come Sindaco di Palermo rendendo il dovuto omaggio a chi, come Paolo Borsellino ha dato la sua vita per la sua città e il suo paese.
Ma certamente oggi non sarò in via D’Amelio solo per un dovere istituzionale. Oggi, come ieri e come domani, per combattere non solo la mafia con la coppola ma anche e soprattutto quella dei colletti bianchi, quella dei politici collusi e corrotti e quella, purtroppo, dell’antimafia di facciata che mai come in questi ultimi mesi sembra finalmente essere svelata in tutto il suo squallore.
Ecco. La speranza da un lato e l’antimafia di facciata dall’altro lato. Sono questi, a 23 anni di distanza da quei terribili mesi che videro la morte di Giovanni Falcone prima e di Paolo Borsellino poi, i due temi forti con cui, da cittadini ed amministratori, siamo chiamati a confrontarci. Credo che mai come in questa estate del 2015, stia vacillando ma anche possa rafforzarsi la speranza dei palermitani e degli italiani onesti. E se la speranza sta vacillando è perché mai come in questa estate del 2015 appare evidente che, in nome di autoattribuite etichette di legalità e antimafiosità, alcuni hanno costruito affari,pretese di impunità,ignobili ricatti e legami affaristici che poco hanno a che vedere con la legalità. La speranza vacilla perché ancora oggi, dopo 23 anni non solo non abbiamo la verità giudiziaria su chi e perché ha voluto la morte di Paolo Borsellino né su chi e perché ha condotto la ignobile trattativa fra Stato e mafia ma siamo anzi costretti a stringerci attorno e a supportare moralmente quei magistrati impegnati in questa ricerca di verità.
Siamo costretti a difenderli perché in questa Italia anormale non è ancora normale che i giudici facciano il proprio lavoro. Ma proprio perché la speranza vacilla, proprio perché questo aggiunge dolore al dolore di tanti, primi fra tutti i familiari di chi ha perso i propri cari nelle stragi del ‘92, oggi saremo in tanti in via D’Amelio, con i giovani e con i magistrati, con i cittadini che vorranno esserci.
Ci sarò perché oggi come 28 anni fa, quando con Paolo, con “l’amico Paolo” condividemmo il dolore per le (culturalmente profetiche ma giornalisticamente inopportune) parole di Leonardo Sciascia sui professionisti dell’antimafia; perché oggi come 23 anni fa quando Paolo, “l’amico Paolo” fece il suo ultimo discorso pubblico in una affollatissima biblioteca comunale dove lasciò a tanti di noi, a centinaia di palermitani il suo testamento morale e di impegno civile; perché oggi come allora abbiamo tutti il dovere di fare delle parole di Paolo e del sacrificio suo e dei poliziotti uccisi il nostro faro e il nostro messaggio ai cittadini, soprattutto ai giovani; dobbiamo tutti “assaporare la bellezza del fresco profumo di libertà che fa rifiutare il puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità.

<a class="a2a_button_twitter_tweet addtoany_special_service" data-url="http://www.laretitudine online collaboration.net/ecco-la-speranza-da-un-lato-e-lantimafia-di-facciata-dallaltro-lato/” data-text=”Ecco. La speranza da un lato e l’antimafia di facciata dall’altro lato”>FacebookTwitterGoogle+BaiduBlogger PostEmailGoogle GmailYahoo BookmarksCondividi
Share
Questa voce è stata pubblicata in cittadinanza, democrazia, Leoluca Orlando, mafia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *