A Napoli, primi in Italia, una riflessione sulla proposta di legge elettorale

fonte: nuovasocieta.it
A Napoli negli storici saloni di Palazzo Serra di Cassano, sede dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, si è tenuto il convegno “La sentenza della Corte e il dibattito per la nuova legge elettorale” organizzato dall’Associazione Ex Parlamentari, dall’Istituto Campano per la Storia della Resistenza e dal Movimento 139.
Tema quanto mai attuale e ricco di contraddizioni, che ha visto la partecipazione e l’attenta riflessione da parte di numerosi cittadini , di parlamentari ed esperti accademici.
Una contraddizione, come ricorda il professore La Saponara, sono i 148 deputati non ancora convalidati dalla Giunta per le Elezioni, entrati in Parlamento grazie proprio a quel premio di maggioranza che la Corte ha dichiarato incostituzionale.
Una contraddizione sono le liste bloccate, ancora proposte da Renzi-Berlusconi, che feriscono la logica della rappresentanza consegnata nella Costituzione e che comprimono oltremodo la libertà di voto, imponendo al cittadino di scegliere una lista e non il singolo candidato. Un meccanismo che per Tullio Grimaldi, ex deputato, sarebbe comprensibile solo nel caso dei collegi uninominali.
Una contraddizione è, secondo il filosofo Gennaro Carillo, «il gesto di… continua a leggere

Share
Questa voce è stata pubblicata in Campania, Costituzione, Diego Novelli, Diritti. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *