Una candidatura e le parole maestre

“Ciascuno nel suo piccolo faccia quello che può e quello che sa …. (Paolo Borsellino)” Ho incontrato spesso, sulla mia strada “PAROLE MAESTRE” come questa, parole che hanno dato un senso, hanno sostenuto, incoraggiato, illuminato, fatto compagnia….
E sempre, quando mi sono trovato di fronte ad una scelta, sono riuscito ad attingere al patrimonio di queste “PAROLE MAESTRE”, costruito in tanti anni di felici e fortunati incontri con persone significative, che hanno lasciato segni indelebili nella mia formazione.
Anche nell’occasione della proposta di candidatura per questa tornata elettorale, la mia prima reazione è stata di cautela e di pudore. Troppo alto l’onore (eh sì, sono di un’altra generazione!), troppo impegnativo l’onere …, ma poi … “ciascuno nel suo piccolo faccia quello che può e quello che sa ….”. E io “nel mio piccolo” ero soprattutto arrabbiato e polemico contro una classe politica e dirigente che ha perso la bussola della nostra bellissima Costituzione, che ha infangato con scandali e ruberie le nostre istituzioni, che ha seminato una sottocultura di perseguimento dell’interesse personale e particolare a scapito del bene comune, che …. e potrei continuare a lungo. Ma oltre al mugugno e alla sterile polemica non potevo e sapevo fare proprio altro?
Sì, ho accettato di candidarmi, di metterci la faccia, ancora una volta, forzando le mie resistenze e vincendo i miei pudori, seguendo anche un’altra di quelle “PAROLE MAESTRE” attribuita al giudice ragazzino ROSARIO LIVATINO “Non ci sarà chiesto se siamo stati credenti ma credibili.”
Ho fatto mio il programma di Pace, di Giustizia e di tutela dei diritti di tutti, della lista Rivoluzione Civile, e al termine di questa campagna elettorale, sono davvero contento e fiero di aver accettato l’onore e l’onere di questo Servizio, unico scopo della mia candidatura.
Azzolino Ronconi

Share
Questa voce è stata pubblicata in Diritti, Giustizia, La Rete 2018, Pace e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *